Scommesse baseball

Il baseball è uno sport molto seguito soprattutto in America, ma da qualche tempo ha spopolato anche nel resto del mondo e ha saputo raccogliere attorno a sé tantissimi appassionati. Sono moltissimi anche gli scommettitori affascinati da questa disciplina sportiva, e anche se all’inizio le regole possono sembrare leggermente complicate, si tratta di una disciplina sportiva in grado di regalare moltissime emozioni.

In questa guida cercheremo di spiegare in maniera dettagliata come funzionano le scommesse sul baseball, a cominciare dalle regole e passando per le varie tipologie di giocata che si possono effettuare andando su uno dei tanti bookmaker online che offre la possibilità di puntare sul baseball.

Regolamento scommesse baseball

Per chi non fosse appassionato di questo sport, la cosa migliore prima di lanciarsi e cominciare a scommettere è entrare al meglio nelle dinamiche del baseball, imparandone dunque tutte le regole. Una volta compreso a fondo come funziona questa disciplina sportiva, scommettere sarà decisamente più facile, così come vincere.

Il baseball è uno sport che viene giocato da due squadre avversarie, ciascuna delle quali composta da 9 giocatori. Questi si affrontano su un campo che ha una superficie totale di 0,8 ettari, suddiviso nel campo interno, o più comunemente chiamato diamante, e il campo esterno. All’interno del diamante vi sono le basi, che sono distanti l’una dall’altra 27,5 metri, e la pedana del lanciatore, che è situata a 18,4 metri dalla casa base e viene denominata monte di lancio.

Le due squadre si alternano, giocando in attacco oppure in difesa. La squadra che attacca deve schierare nella casa base tutti i giocatori, che si susseguono uno dopo l’altro, interpretando il ruolo di battitore. Questo, tramite la mazza da baseball, ha l’obiettivo di colpire la palla che viene lanciata dal lanciatore della squadra avversaria. La stessa deve piazzare anche il ricevitore, che sta dietro la casa base alle spalle del battitore. Gli altri sette giocatori sono disposti nel seguente modo: tre nelle restanti tre basi libere, uno a metà strada tra la seconda e la terza base (l’interbase) e gli altri all’esterno del diamante.

L’obiettivo della squadra che difende è quello di eliminare il battitore avversario, e questo si verifica nel momento in cui quest’ultimo non riesce, per tre volte di fila, a respingere la palla che gli viene lanciata dal lanciatore. Vi è però una regola riguardo al lancio della palla da baseball: questa deve essere lanciata senza che esca al di fuori di uno spazio immaginario che è compreso fra le spalle e le ginocchia del battitore e largo quanto la casa base. Per giudicare se il lancio è regolare (strike) vi è un apposito arbitro.

Se invece il lanciatore esegue quattro lanci sbagliati (ball) allora il battitore, e con lui tutta la squadra, guadagna una base, e dunque si sposta in senso antiorario in quella successiva. Se la squadra che attacca compie tutto il giro dell’intero diamante e riesce a ritornare alla casa base sigla un punto.

Il battitore, quando colpisce la palla, deve cominciare a correre per conquistare le basi e tentare di raggiungerne una prima che il difensore che sta in quella base riceva la palla dai compagni. Nel caso in cui la palla venga colpita e presa al volo dai difensori, il battitore è eliminato. Nel caso invece il battitore esegua un fuori campo, ovvero manda la pallina oltre il campo di gioco, questi sigla automaticamente un punto per la propria squadra. Quando una delle due formazioni perde tre giocatori, che vengono eliminati, le parti si possono invertire.

A differenza di tanti altri sport una partita di baseball non si misura in minuti. Ogni match si divide in 9 tempi (inning) che vengono suddivisi ciascuno in due parti, la parte alte e la parte bassa. In sostanza, durante la parte alta di un inning la squadra A che attacca va in battuta, mentre la squadra B difende. Durante la parte bassa le squadre si invertono. Alla fine della partita, chi avrà fatto più punti avrà vinto la partita.

Come scommettere sul baseball

Ora che avete capito come funzionano le basi del regolamento del baseball, siete sicuramente pronti per cominciare a fare sul serio. Se volete scommettere su questo sport, per prima cosa dovrete scegliere a quale sito di scommesse online affidarvi.

Nella scelta, oltre a verificare che il baseball sia compreso nello sportbook dell’operatore in questione, prestate attenzione anche alle quote. Esistono infatti bookmaker più vantaggiosi di altri, e sceglierli è sicuramente nel vostro interesse, dal momento che le vostre scommesse vincenti saranno pagate meglio.

Fatto questo non vi resterà che aprire un conto gioco, registrarvi ed effettuare il primo deposito. A questo punto, visitando la sezione sport, sarete pronti per cominciare a giocare, scommettendo sugli eventi che più vi piacciono.

Scommesse baseball: le tipologie

Ora che abbiamo tutte le informazioni necessarie possiamo finalmente dare uno sguardo approfondito alle tipologie di scommesse più gettonate sul baseball. Queste possono variare da sito a sito. Ecco le più diffuse.

T/T Risultato

Questa scommessa consiste nel pronosticare correttamente quale squadra vincerà al termine anche di eventuali extra innings. Con 1 si indicherà la vittoria della squadra di casa, mentre con il 2 si punterà sulla formazione ospite.

T/T Handicap

Anche nel baseball è possibile piazzare scommesse handicap. In questo caso dovrete indovinare quale squadra vincerà il match tenendo in considerazione l’handicap, che in questo caso viene espresso in punti, assegnato a una delle due formazioni.

Questo valore andrà sottratto alla fine dello scontro dal punteggio finale. Se ad esempio la squadra di casa vince 14 a 7 con un handicap di 5,5 punti, il risultato finale sarà di 8,5 a 7, dunque 1.

1X2 (Esclusi extra inning)

Qui dovrete puntare su una delle due squadre, utilizzando il classico metodo 1X2, senza considerare extra innings.

Under/Over

Anche nel baseball, come per la maggior parte degli sport, esiste la tipologia di scommesse Under/Over, che in questo caso consiste nel pronosticare se i punti totali delle due squadre saranno maggiori o inferiori di un dato numero. Questo valore va solitamente da 6,5 a 12,5

Margine vittoria

Un’altra scommessa sui punti che si può piazzare è il margine vittoria. Dovrete, in parole povere, pronosticare la differenza di punti fra la squadra vincente e quella perdente al termine della partita, inclusi eventuali extra innings.

Pari/Dispari

Sempre considerando la somma dei punti totali siglati dalle due squadre, in questo caso dovrete indovinare se il numero sarà pari o dispari.

Scommesse Live

Oltre a tutte le scommesse appena viste, potrete anche piazzare delle scommesse live, ovvero a incontro in corso. Si va dal classico 1X2 a Under/Over Live, Extra Inning SI/NO, Pari/Dispari Live e tante altre ancora. Per scommettere vi basterà visitare la sezione Live del vostro bookmaker di riferimento.

Scommesse stagionali

Oltre alle giocate relative ai singoli match vi sono anche una serie di scommesse stagionali a lungo termine, che possono riguardare un torneo o una competizione specifica. Si va da Passaggio Turno a Numero Vittori Squadra, fino a scommesse sui giocatori come Giocatore con Maggior Numero di Home Run a stagione e così via.